Ad ogni stagione la sua gomma / pneumatico

Niente commissioni bancarie sotto scoperto di 500 euro: Conto corrente
9 maggio 2012
Imu: domande e risposte sull’Imposta Municipale Unica
17 maggio 2012

Ad ogni stagione la sua gomma / pneumatico

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Ad ogni stagione la sua gomma / pneumatico

A ogni stagione il suo pneumatico. Un po’ come avviene per il guardaroba, anche l’automobile richiede un cambio di “calzature” con l’arrivo della bella stagione.

Solo che qui non si parla di comfort e comodità, ma di sicurezza.

Adottare le coperture estive migliora il comportamento su strada della vettura in tutte le condizioni, sull’asfalto asciutto come su quello bagnato.

A differenza di quelle invernali le gomme estive “lavorano” meglio con le alte temperature, sono concepite per sopportare l’asfalto rovente che, d’estate, può raggiungere temperature superiori anche di diversi gradi a quella esterna dell’aria.

Purtroppo gli automobilisti italiani sembrano poco attenti a questo aspetto, ignorando ad esempio che per legge il battistrada non deve essere inferiore a 1,6 millimetri.

Secondo i dati di Assogomma, le decine di migliaia di controlli effettuati negli anni passati dalle forze dell’ordine hanno rilevato pneumatici lisci in circa l’8% (in media) dei casi o visibilmente danneggiati al 10% dei casi.

Motivo per cui nelle scorse settimane è stata lanciata Vacanze sicure 2012, l’iniziativa nazionale promossa da polizia stradale, Assogomma e Federpneus, che prevede controlli sulle strade di Lombardia, Campania e Sicilia, regioni che rappresentano un campione rappresentativo del parco circolante italiano.

Il Salvagente ha messo a confronto 12 modelli di pneumatici estivi delle marche più diffuse, da Continental a Pirelli, da Goodyear a Michelin, testati dai tecnici dell’Adac, l’Automobile club tedesco.

Il confronto è stato effettuato sul campo prendendo in esame gomme con misura 165/70 R 14 T, vale a dire coperture adatte alla classica utilitaria da città.

Il test sulle gomme estive targato Adac replica in parte i risultati ottenuti con le coperture invernali.

Il posto più alto del podio va infatti al Continental ContiEcoContact 5 che ottiene un giudizio buono (i tecnici Adac non hanno dispensato alcun “ottimo”) grazie a una valutazione più che positiva sotto ogni aspetto.

A un passo, anche stavolta, si piazza un prodotto Michelin: l’Energy Saver si porta a casa un buono, anche se le performance riscontrate, voce per voce, sono leggermente inferiori rispetto al Continental. Nessuna differenza invece per quanto riguarda il prezzo che in entrambi i casi si aggira sui 75 euro per ciascuna gomma, cui vanno sommati i costi di montaggio ed equilibratura (30-40 euro).

Al terzo gradino del podio si piazza il “nostro” Pirelli Cinturato P1, anch’esso giudicato buono, e che risulta più economico (60 euro circa).

Molte gomme ritenute dagli esperti tedeschi di media qualità: dalle Goodyear DuraGrip (55 euro), ottime sull’asciutto, ma non sul bagnato, alle Kumho Solus KH17 che insieme alle GT-Radial Champiro Eco risultano fra le più economiche (52 euro circa).

La maglia nera invece va alle coperture Infinity Inf-030.

Su asfalto bagnato i test hanno evidenziato spazi di frenata eccessivamente lunghi: a 100 km/h una vettura equipaggiata con queste gomme si ferma 20 metri più avanti rispetto a quanto registrato con i pneumatici primi della lista, aumentando quindi il rischio di collisione in caso di brusche frenate. Va detto che sono le più economiche del lotto (50 euro scarsi), ma quando si parla di sicurezza meglio spendere qualche decine di euro in più e guidare tranquilli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *