Offerte per navigare, chiamare e inviare SMS con lo smartphone

Wind: tariffe mobili chiare, trasparenti e semplici
22 luglio 2014
Chiavetta, tablet o smartphone: le offerte per navigare sono numerosissime
8 settembre 2014

Offerte per navigare, chiamare e inviare SMS con lo smartphone

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Offerte per navigare, chiamare e inviare SMS con lo smartphone

PARLA E CHIAMA IN MOBILITA’

CON L’OFFERTA GIUSTA LA RICARICA DIVENTA PIU’ LEGGERA E NAVIGHI SENZA LIMITI ANCHE DAL TELEFONINO

ECCO COME TROVARE IL PIANO PIU’ CONVENIENTE PER IL TUO SUPERTECNOLOGICO SMARTPHONE

Con la diffusione degli smartphone sono sempre più coloro che accedono a internet dal telefonino.

Ecco quindi che i vari operatori mobile hanno pensato a una serie di offerte per permetterci di navigare, chiamare e inviare SMS a prezzi sempre più convenienti.

Anche in questo caso, la scelta non può prescindere da un’analisi delle proprie esigenze.

Se usiamo Internet sullo smartphone prevalentemente per leggere la posta e scambiare due chiacchiere su Facebook, è inutile avere una connessione senza limiti di traffico: 2 GB al mese saranno più che sufficienti!

Se, invece, usiamo il telefonino per lavoro o per comunicare col partner che si trova lontano, potrebbe essere più indicata un’offerta che prevede chiamate illimitate.

Prima di sottoscrivere qualsiasi piano, però, ci sono da valutare una serie di elementi.

E’ importante verificare che la zona in cui si utilizzerà sia coperta dall’operatore col quale si pensa di fare il contratto.

Per le chiamate solitamente non si hanno problemi, ma per la navigazione il roaming comporta costi aggiuntivi molto salati.

Se l’offerta è una ricaricabile, poi, non ci sono vincoli contrattuali ma si deve fare attenzione che sulla SIM ci sia il credito necessario a coprire il rinnovo dell’opzione per il mese successivo.

Per gli abbonamenti, invece, potrebbero esserci vincoli contrattuali sulla durata (di solito 12 mesi se non si ha il telefonino associato all’offerta).

Inoltre, oltre al canone c’è da considerare il costo della tassa di concessione governativa (€ 5,16 per uso personale e €12,91 per uso affari).

A volte l’offerta può prevedere un rimborso in bolletta pari all’ammontare di tale tassa.

L’adesione, infine, può essere riservata solo a chi porta il proprio numero da un altro operatore.

In questi casi, si può acquistare una nuova SIM da un altro operatore (con un nuovo numero) oppure fare prima la migrazione ad altro operatore per poi rientrare nel precedente (sempre con lo stesso numero) e usufruire cosi dell’offerta.

Non sempre, poi, è possibile usare il telefonino come modem per navigare col PC.

Tale modalità, detta tethering, potrebbe non essere prevista o, addirittura, generare traffico a pagamento.

E’ necessario, pertanto, leggere attentamente le condizioni e la validita dell’offerta.

Stesso discorso per il VOIP (ad esempio Skype) ed il P2P (eMule, Torrent ecc.): non tutte le offerte prevedono questi utilizzi. Per la valutazione dell’offerta migliore abbiamo individuato tre profili.

Il primo è un utente che usa il telefonino per brevi chiamate e che sporadicamente consulta qualche servizio Web;

il secondo aggiunge alla semplice navigazione altri servizi Web come le chiamate VOIP, le mappe di Google ecc.;

il terzo, infine, usa lo smartphone in modo intenso per chiamare, navigare e visualizzare in streaming contenuti Web.

Per i primi due abbiamo optato per offerte ricaricabili, che non comportano vincoli contrattuali;

per il terzo, la scelta ideale è stata un abbonamento con chiamate illimitate e diversi GB di navigazione Internet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *