Carta di pagamento tradizionale o ricaricabile: quale scegliere?

Divieto vendita lampadine a incandescenza: in tutta Europa
31 agosto 2012
Controllo traffico residuo: internet key
15 settembre 2012

Carta di pagamento tradizionale o ricaricabile: quale scegliere?

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Carta di pagamento tradizionale o ricaricabile: quale scegliere?

Quali variabili deve valutare l’utente per decidere se attivare una carta di pagamento tradizionale o optare per una ricaricabile? “Credo che la regola principale sia considerare il tipo di utilizzo che si intende fare della carta.

Se si vuole uno strumento che agevoli la facilità e la libertà di spesa (entro chiaramente i limitati fissati dal massimale), conviene scegliere una carta di tipo tradizionale.

È il caso invece di optare per una ricaricabile se si desidera un maggiore controllo sulle uscite i modo da non rischiare di essere esposti a pagamenti che sono fuori controllo, o se si utilizza la carta per effettuare compere delle quali non si vuole lasciare traccia o acquisti on-line su siti nei quali non si ha molta fiducia.

Le ricaricabili sono inoltre uno strumento ideale in alcune situazioni. I genitori possono per esempio acquistarle per darle ai figli che vanno in vacanza da soli. Così i ragazzi possono viaggiare con pochi contanti in tasca e avere un fondo a disposizione.

Nella pratica non vi sono significative differenze tra i comportamenti di spesa dei titolari di carte tradizionali e quelli degli utenti che hanno una prepagata: l’unico elemento da segnalare è che chi ha una ricaricabile effettua in media un numero di acquisti che è la metà di quello realizzato dall’utente che dispone di una carta normale.”

Carte di credito prepagate: cosa sono e come funzionano?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *