Libor: indice su cui poggiano mutui, prestiti e carte di credito

Euribor: costo del denaro per le banche
4 agosto 2012
Gestione e tutele: carte di credito ricaricabili
18 agosto 2012

Libor: indice su cui poggiano mutui, prestiti e carte di credito

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Libor: indice su cui poggiano mutui, prestiti e carte di credito

I meccanismi del Libor

LIBOR: UN PARAMETRO CHE INFLUENZA 500MILA MILIARDI DI DOLLARI

Il Libor (London Interbank Offered Rate) è l’indice su cui poggiano i mutui, i prestiti e le carte di credito concessi dalle banche alle famiglie e alle imprese, ma è anche uno dei parametri per la quotazione dei prodotti derivati.

Si stima che possa influenzare una massa di strumenti finanziari e prestiti per oltre 500mila miliardi di dollari. Esprime il tasso medio al quale un gruppo di banche dichiara di pagare un eventuale prestito senza garanzie a diverse scadenze, fino a un massimo di 12 mesi.

In sostanza, sulla base di questo costo le banche si quotano sul mercato, dando segno di solidità o debolezza. Ma lo stesso valore rappresenta anche il costo dei prestiti e degli investimenti per cittadini, imprese e investitori istituzionali.

Il Libor viene calcolato ogni mattina a Londra dall’associazione bancaria britannica (Bba, British Banker Association) sulla base delle comunicazioni trasmesse da un gruppo di banche, che varia da 6 a 18, a seconda della valuta di riferimento.

Il Libor è infatti quotato in 10 valute diverse (dollaro, sterlina, euro, franco svizzero, yen, dollaro canadese, dollaro australiano, dollaro neozelandese, corona danese, corona svedese).

Nella determinazione del Libor, la Bba rileva i dati trasmessi dalle banche, taglia i valori estremi (più alti e più bassi) e calcola la media dei restanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *